domenica 25 maggio 2014

LA RICCHEZZA DI UNA CAMPAGNA ELETTORALE

Ho osservato scrupolosamente il "silenzio pre elettorale", il rispetto delle regole parte dai piccoli gesti e ritengo che sia imprescindibile per chi, come noi, ha intrapreso una strada nuova creando un nuovo soggetto politico italiano.

Regole che in questa campagna elettorale non sono state rispettate.
Noi di IO CAMBIO siamo stati palesemente vittime del mancato rispetto delle regole sulla par condicio, di un silenzio colpevole e inaccettabile da parte dei media nazionali.

Prescindendo da questo volevo condividere con voi la magia di questa campagna elettorale.
Un periodo duro, forse la più complicata che ho mai affrontato, ma sicuramente quella che dal punto di vista umano e politico mi ha fatto crescere di più.

Sono orgoglioso di aver intrapreso questo cammino di cambiamento con Angelo Alessandri e Agostino D'Antuoni e tutta la classe dirigente di IO CAMBIO.
Orgoglioso di aver partecipato a battaglie per il diritto alla vita, per il diritto al lavoro, per combattere la mala amministrazione.

Dopo 5 anni spesi duramente in Consiglio Comunale a Reggio Emilia abbiamo intrapreso un cammino riformatore, onesto e competente per cambiare il destino di questa città che dal 1945 non ha mai conosciuto la parola alternanza.

A prescindere dal risultato, da domani si riprende per continuare le nostre battaglie, indipendentemente dalle elezioni e dai successi elettorali.

La nostra forza è la gente, quelle persone che mi fermano per strada e che mi chiedono aiuto nel risolvere i problemi della vita comune.

IO CAMBIO oggi è nata ed ha una prima pesatura, IO CAMBIO sarà un'avventura avvincente che ha come obiettivo quello di tornare a dare dignità al nostro Paese, dalle piccole-medie imprese, ai professionisti, agli inoccupati, a chi oggi  combatte una battaglia per il diritto alla vita.